DINAMICHE DEL CUORE

Translate

sognando....

sognando....

sabato 17 febbraio 2018

INCOMPRENSIONI




L’incomprensione in sé, racchiude molte osservazioni, su una base di diversità di  pensiero, dovuto a una disuguale educazione o a un differente modo di recepire un  certo argomento o una determinata azione.
Infatti ognuno di noi mette una parte di suo nel concepire l’andamento di vita  e la condotta da intraprendere a seconda delle occasioni che si presentano.
Certamente non è semplice collimare idee col nostro prossimo, o addirittura, col  nostro contorno, perché ognuno interpreta in modo soggettivo quanto si deve fare.
Gusti audaci, inclinazioni semplici, una serie di motivazioni difformi che
ognuno di noi si porta dentro e caratterizza, in un certo senso, nel corso del tempo a  seconda delle esperienze e della sua consapevolezza.
Talvolta nella vita a due ci si trova a discutere anche per facezie poco importanti  della giornata, e il logorìo della convivenza, induce a situazioni, che, nel corso  del tempo diventano davvero insostenibili.
Le persone affini, tra loro, sembrano comprendersi facilmente e la loro frequentazione  colma, di gran lunga, i disagi della vita, che spesso non sono intesi da tutti ugualmente.
Credo, comunque, che alcuni rapporti, possono essere portati avanti, anche se  si presentano delle incomprensioni, che, con intelligenza e un pizzico di ironia, possono  essere facilmente superate
@Silvia De Angelis


sabato 10 febbraio 2018

IL PRIMO BACIO






Quell’aria frizzantina d’una precoce primavera carezza i bordi d’un animo adolescenziale ai primi albori d'un precoce sentimento. Fremiti  improvvisi e batticuori premono su quell’anima, forse inesperta, ma propensa ad  un acerbo sentore amoroso che sempre più si delinea in un cuore che pulsa ritmicamente nel suo percorso di vita.
Quel bel ragazzo dai riccioli biondi e lo sguardo penetrante è diventato un suo pensiero emergente ed è anche riuscita a conoscerlo, scambiando, con lui, futili argomentazioni ed ascoltando il suo vibrante tono di voce.
Ora finalmente  apprezza “da vicino” il fascino di una personalità che ha catturato il suo interesse.
Ormai lei ha fissato nella mente gli orari in cui può vederlo e le occasioni si fanno sempre più frequenti.
Ma un giorno in cui in quel rigoglioso giardino, i mandorli  hanno schiuso i loro germogli più vivaci, gli sguardi dei due ragazzi emanano una luce più intensa che sembra accendersi di briose scintille. Avvicinano timidamente, le une alle altre, le loro labbra, che si cercano avidamente ,fino a schiudersi per provare  il calore di un vero bacio d’amore.
Ora lei, per la prima volta, si sente una donna vera.
@Silvia De Angelis 2010

venerdì 2 febbraio 2018

ALLA FINE




Talvolta le storie d’amore, anche quelle importanti, finiscono irrimediabilmente nella  mondezza, e non solo, tutte le cose romanticamente pronunciate e le promesse più  o meno valide , si liquefanno in un disarticolato labirinto mentale, esausto di aver

sopportato troppo, e desideroso di respirare nuova aria.

Qualche pungente e insano battibecco, colora d’insofferenza una situazione già di per  sé precaria, oppure un silenzio lunghissimo, fa  precipitare  nel baratro pensieri oscuri,  su cui si preferisce non commentare e  si sparisce del tutto.

Allora in quei momenti ,di vero abbandono, ci si chiede cosa starà rimuginando il  nostro ex partner e quale sarà il suo giudizio “vero” sulla nostra persona.

Forse si sentirà alleggerito, da una situazione che negli ultimi tempi, racchiudeva  qualche risvolto pesante, oppure sentirà la mancanza di quegli incontri, che non erano  niente male e motivavano ore della vita, a volte piatta.

Effettivamente vorremmo entrare in quella mente per sapere con precisione che  tipo di effetto ha avuto, quel voler interrompere drasticamente un gioco d’amore,  che si protraeva da diverso tempo, tramutandosi quasi in un rituale della vita…

Allora si inventano varie illazioni, anche le più impensate, per dar modo alla fantasia  di esprimere idee balzane, che in realtà, covavano già da tempo nel di dentro….ma  che sono lontanissime da una realtà lontana che ormai non ci appartiene più
@Silvia De Angelis

domenica 28 gennaio 2018

M A N I



Non ci soffermiamo mai a pensare a quante cose possiamo dedurre dalle nostre mani.
Sono degli strumenti davvero preziosi, che ci consentono di affrontare la vita nelle  sue molteplici manifestazioni.
Toccare, gesticolare, muovere le dita su una tastiera….queste sono solo poche indicazioni  delle tantissime che ci permettono questi preziosi arti.
Qualche anno fa, in seguito ad un infortunio capitatomi, non ho avuto per un periodo l’uso delle mani. Solo allora mi sono resa veramente conto della forte menomazione  che ho dovuto affrontare in quel periodo. Dipendevo da altri in qualsiasi espressione  della mia giornata e per cercare di essere autosufficiente, mettevo alla prova, con scarsi
risultati, altri organi del corpo, per  cercare di ottenere quegli esiti che mi avevano sempre  dato le mie mani.
Ognuno di noi ha una diversa forma di questa essenziale parte del corpo, che può essere affusolata,  tozza o minuta e credo che in parte, la sua sagoma, rispecchi  sensibilmente un aspetto della nostra personalità.
Antichi testi parlano anche di lettura del destino nelle linee interne della mano, e  spesso questa particolare tesi sembra corrispondere a realtà di vita…..
Quanti profili rispecchiano le mani, cerchiamo di dedicare loro le dovute cure, perché  si mantengano di bella fattezza nel tempo che va….
@Silvia De Angelis

lunedì 22 gennaio 2018

Il mio tempo migliore: Un premio inaspettato

Il mio tempo migliore: Un premio inaspettato: LA PAISIBLE AWARD, PREMIO AUDREY HEPBURN.   Fiori di Audrey Hepburn - olio su tela - 1969 - proprietà di Sean Hepburn Ferrer   E...

martedì 16 gennaio 2018

N O V I T A'





 

Racchiude una speciale magia qualsiasi cosa nuova che approdi nella nostra vita.
Essa ci trasmette una particolare vitalità, e anche un senso di potenza, perché abbiamo  acquisito “un lignaggio” diverso che attrae in modo fatale la nostra mente…
Avvertiamo un senso di euforia e ci ripromettiamo di “maneggiare” il nuovo  arrivato con attente precauzioni……quasi dovesse rompersi da un momento all’altro!
Quanta cura, quanti bei pensieri dedichiamo   a questo sprazzo di nuova vita,  che sembra rendere anche più colorate le nostre giornate!
Ebbene si, ci godiamo a pieno questa gioia del percorso, che ci gratifica a non finire…
Ma il  tempo come sempre, non è un buon fautore del mantenimento inalterato, e come suo solito, “ci mette lo zampino”….facendoci ridimensionare il fascino della  novità, anzi costringendoci a trovargli qualche difettuccio.
Insomma quella cosa che, inizialmente ci sembrava meravigliosa, improvvisamente  diventa fastidiosa e cerchiamo di metterla in soffitta, perché stranamente è  diventata ingombrante….
@Silvia De Angelis 2017
                                                                                                                                          .