DINAMICHE DEL CUORE

Translate

sognando....

sognando....

martedì 16 gennaio 2018

N O V I T A'





 

Racchiude una speciale magia qualsiasi cosa nuova che approdi nella nostra vita.
Essa ci trasmette una particolare vitalità, e anche un senso di potenza, perché abbiamo  acquisito “un lignaggio” diverso che attrae in modo fatale la nostra mente…
Avvertiamo un senso di euforia e ci ripromettiamo di “maneggiare” il nuovo  arrivato con attente precauzioni……quasi dovesse rompersi da un momento all’altro!
Quanta cura, quanti bei pensieri dedichiamo   a questo sprazzo di nuova vita,  che sembra rendere anche più colorate le nostre giornate!
Ebbene si, ci godiamo a pieno questa gioia del percorso, che ci gratifica a non finire…
Ma il  tempo come sempre, non è un buon fautore del mantenimento inalterato, e come suo solito, “ci mette lo zampino”….facendoci ridimensionare il fascino della  novità, anzi costringendoci a trovargli qualche difettuccio.
Insomma quella cosa che, inizialmente ci sembrava meravigliosa, improvvisamente  diventa fastidiosa e cerchiamo di metterla in soffitta, perché stranamente è  diventata ingombrante….
@Silvia De Angelis 2017
                                                                                                                                          .



giovedì 11 gennaio 2018

ALITI DI VOLONTA'




 

Come un turbine sembra prendere il sopravvento quel pensiero assillante e logorare, con la sua insistenza, le fibre mentali..quasi assottigliate nel  percepire un senso di malessere oscuro e opprimente .
Sembra incredibile, come il nostro senso di masochismo, sia a volte fortemente accentuato nella coscienza, quasi inabile a proporre, in quei momenti, considerazioni alternative o posarsi su inclinazioni mordenti, che possano, in qualche modo, risollevare l’andamento generale dell’organismo, fermentato di pigmenti negativi.
E’ davvero inspiegabile questa forma di autolesionismo che si genera in noi, con una forza inarrestabile, diretta a sottolineare, energicamente, l’inestricabile situazione  di cui siamo vittime, ingigantita all’ennesima potenza e avvolgente nelle sue spire soffocanti.
Accade poi casualmente, che un’inezia del giorno, con la sua diversità, ci allontani da quelle sgradevoli sensazioni e, ripreso, da parte nostra, il controllo della mente, si indirizzi l’attenzione sugli eventi del  momento, scanditi in un succedersi quasi innovativo che ci suggestioni  e ci trascini in una dimensione mentale sconosciuta, apportatrice di nuove sfumature, inedite  e riconducenti a un effetto inaspettato e piacevole che sembri risollevarci.
In realtà siamo noi a instradare le vie del pensiero e a condurle in luminosi orizzonti o inabissarle in melmosi meandri intransitabili. E in quei momenti d’inquietudine, riuscire a intravedere risalite planetarie, significa avere l’esatta cognizione di noi stessi e la padronanza, in ogni attimo, delle nostre reazioni che sono controllabili e mutabili  nel cromatismo della nostra volontà.
@Silvia DeAngelis